Determina di attribuzione del bonus premiale di cui ai commi da 126 a 130 dell’art. 1 della legge 107/15

IL DIRIGENTE SCOLASTICO Vista la Legge del 13 luglio 2015 n. 107, commi da 126 a 130 art 1 Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti, in particolare gli artt.1 cc. 166 ss.;Vista la nota MIUR 1804 del 19-04-2016

Prot. n. 5991-0702 

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Vista la Legge del 13 luglio 2015 n. 107, commi da 126 a 130 art 1 Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti, in particolare gli artt.1 cc. 166 ss.;
Vista la nota MIUR 1804 del 19-04-2016 “Bonus personale docente”, art. 1 c. 126 e sgg. L. 13 luglio 2015 n. 107;
Vista la regolare costituzione ed insediamento in data 25/05/16 del Comitato di Valutazione istruito ai sensi e secondo le procedure di cui al comma 129, dell’art 1 della Legge 107/2015;
Esaminati i criteri individuati ed all’uopo deliberati dal suddetto Comitato in data 09/06/16 e pubblicati sul sito web con circolare Prot.n. 4459/08 in data 10/06/2016;
Vista la nota prot. 14433 del 7 luglio 2017, con la quale la Direzione Generale del MIUR-Dipartimento per la programmazione e gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali – ai sensi dell’art. 1, commi 126,127 e 128 della legge 107/15, ha disposto l’assegnazione all’ Istituto Professionale Alberghiero Turistico Servizi per l’ Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera di Villa San Giovanni , della risorsa finalizzata di Euro 22.101,14 lordo dipendente ( che equivale ad Euro 29.328,21 lordo Stato) per la valorizzazione del merito del personale docente di ruolo, per il solo a.s. 2016/2017;
Verificata la presenza nell’organico d’Istituto ed in servizio di n. 129 docenti con contratto a tempo indeterminato;
Considerato che l’accesso al predetto bonus, di cui all’art. 1, comma 127 della legge n.107, richiede, in via pregiudiziale, che nel corso dell’anno scolastico si sia assicurata un’adeguata continuità di servizio e che non siano state irrogate sanzioni disciplinari;
Considerato che il comitato di valutazione dei docenti, in conformità con quanto previsto dal comma 3 articolo 11 della legge 107/2015, ha definito i criteri per la valorizzazione dei docenti e l’accesso al fondo in coerenza con i macrocriteri-aree del comma 129, art 1 L. 107 che di seguito si riportano:
a) della qualità dell’insegnamento e del contributo al miglioramento dell’istituzione scolastica, nonché del successo formativo e scolastico degli studenti;
b) dei risultati ottenuti dal docente o dal gruppo di docenti in relazione al potenziamento delle competenze degli alunni e dell’innovazione didattica e metodologica, nonché della collaborazione alla ricerca didattica, alla documentazione e alla diffusione di buone pratiche didattiche;
c) delle responsabilità assunte nel coordinamento organizzativo e didattico e nella formazione del personale.

Preso atto della delibera n. 2 del 05/05/16, con cui il Comitato di valutazione ha disciplinato quanto segue:-” il bonus è attribuito a coloro che conseguono punteggi nei tre ambiti “ previsti del comma 129, art 1 L. 107;
Considerato che, coerentemente con i criteri adottati dal Comitato di valutazione (delibera n. 1 seduta del 09/06/16), per agevolare il dirigente nella fase istruttoria e per una più congrua assegnazione delle premialità, è stata esaminata la documentazione agli atti della scuola .
Considerato che, con delibera n. 1 del 06/06/16, il Comitato di valutazione ha deliberato che i docenti destinatari del bonus, non potranno superare il 35% dell’organico dell’istituzione scolastica, al fine di evitare distribuzioni massive o a pioggia del bonus stesso e che una singola quota non dovrà essere superiore al 6% dell’importo erogato alla scuola e non inferiore al 2%;
Verificato che l’attribuzione del bonus interessa il personale docente di ruolo, incluso quello in anno di formazione e prova;
Visto il comma 127, art. 1 legge n.107/15, in virtù del quale il dirigente scolastico, assegna, annualmente, al personale docente, una somma del fondo di cui al comma 126 della medesima legge, sulla base di motivata valutazione;
Verificato che i docenti individuati dal dirigente quali destinatari del bonus, come si evince da apposito decreto individuale di assegnazione del bonus indirizzato agli interessati, si sono particolarmente distinti nei tre ambiti valutativi, di cui agli indicatori di funzione, art. 1, commi 126, 127,128,129 della legge 107/15;
limitatamente e con riferimento all’anno scolastico 2016/17

DISPONE

l’attribuzione dell’importo lordo dipendente che oscilla dal 6 al 2 della cifra assegnata a titolo di bonus premiale, a 28 docenti di ruolo di cui ai decreti individuali indirizzati agli interessati, sulla base delle seguenti motivazioni di massima, dettagliate nei decreti: assiduità e regolarità del servizio, partecipazione attiva ad una o a più attività organizzative e di supporto di cui alle microaree A, B, C.

Il Dirigente Scolastico
Maria Adelaide Barbalace